Andrea Chiarantini

Oltrespazio, 2019, Acrilico e Tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 70 x 70

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 60 x 60

Oltrespazio,2019, acrlico e tempera su tela, cm 100 x 70

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 135 x 75

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 120 x 80

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 80 x 40

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 50

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 80 x 40

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 120 x 80

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 60 x 40

Oltrespazio, 2019, acrlico e tempera su tela, cm 80 x 80

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, 2019, acrilico e tempera su tela, cm 50 x 30

Oltrespazio, autore Andrea Chiarantini, anni 2020, Tecnica mista, cartoncino, con cornice cm 42×32, Tecnica mista 2020, 42×32, anni 2020

Nasce a Firenze nel 1951. Laureato in Architettura. E’ autore di alcuni audiovisivi presentati all’università di Sociologia a Trento, alla facoltà di Architettura e al Magistero di Firenze. Nel 1978 dà vita con Kiki Franceschi all’operazione “Lavoisier”, ciclo di libri oggetto sulle “scorie d’artista”, una sorta di storia dell’arte contemporanea su artisti contemporanei. Nel 1981 è nel gruppo romano INI; nel 1991 inizia una serie di mostre e pubblicazioni su un lavoro analitico intorno agli elementi della pittura astratta. Nel 1992 espone al museo Pecci di Prato per il ciclo “Cartabianca”. Nel 1997 un suo monumento è collocato in piazza L.Da Vinci nel comune di Bientina. Sempre nel ’97 insieme a Kiki Franceschi e Nicola Nuti, fondano il gruppo A. x T.E.V. Arte per tracce i esistenza visibile; Nel 1998 realizza “Good Vibration”, opera composta come un enorme puzzle che può presarsi a ricoprire qualunque superficie. Nel 2000 realizza nella Provincia pisana la fontana “Fontechiara”. Dal 1996 le sue opere sono esposte in permanenza da International Design di Firenze.